Bye bye London

The last day in London came wrong to Oxford Street convinced to get off the subway near the Liverpool train station and with the remaining money I could buy either the magnets or the metro ticket for not walking 40 minutes on the road … of course I made the most appropriate decision and I must admit I bought the best magnets.
There was nothing left but to put the backpack on the shoulder, the water in his hand, the magnets in the bag, and proceed for the last, immense and endless walk to the train station.
Between a song and the other I had time to reflect on the time in which the idea of traveling is born: at that moment you are convinced, you are energetic when you click “buy” the airline ticket, when you read the guide to plan the destinations of the days, but then when you approach the date of your departure you start to be afraid of what may happen to you.

I started as fast as possible, fast and late, but I have to admit that if it had not been so I would have had time to be afraid.
I started this journey without expectations, without too many thoughts, and finally, I can say that I am satisfied with what happened.
I did not manage to respect all I had planned and I thought I had visited 1/4 of the things I planned because I lost at least a thousand times; it wasn’t easy to get understood and understand what they had said, I also bought a fantastic 3£ cupcake, then open it and see it overturned without being able to make one of the most delicious photos ever (I must admit it was really good).
Despite this I enjoyed myself, I have noticed so many details in the least known streets and many features of the city, I have also been able to see the diversity of life from nation to nation, habits, language, ways to do and much more …
So thank you London for this wonderful experience and do not be afraid because i’ll see you soon.

Ultimately, however, I would like to give you, readers, some tips that have been very useful to me:

  • The power socket is not the same so remember to buy an adapter or risk it, as I did, and with the tip of a hairpin (from below) place it in the first hole by pushing on the lever that you will find all in, to then plug your grip at the same time (all the detailed explanations you will find here: https://trucchilondra.com/spine-prese-elettriche-inghilterra/;
  • The temperatures are oscillating both for the time, as you know, and for the differents environments. For example, the underground is a really warm place, while outside it if you climb the escalators you’ll be wrapped in a cold wind, so is better if you’ll take with yourself a scarf, otherwise in the coming days will be a real battle against the throat ache;
  • Liquids at the airport aren’t evaluated as in Italy: you only have a transparent envelope provided by them, so do not abound otherwise you will have to throw the excess.

I hope my tips can helps you,

A big hug,
Blanche Tulipe



Italian translation

L’ultimo giorno a Londra sono capitata ad Oxford Street convinta di scendere dalla metro vicina alla Liverpool Train Station e, con i soldi rimanenti, potevo acquistare o le calamite o il biglietto della metro per non fare a piedi 40 minuti di strada… ovviamente ho preso la decisione più adeguata e, devo ammettere di aver comprato delle ottime calamite.

Non rimaneva altro che posizionare lo zaino in spalla, acqua in mano, calamite nella tracolla e procedere per l’ultima, immensa e interminabile camminata verso la stazione dei treni. Tra una canzone e l’altra ho avuto del tempo per riflettere sull’istante in cui nasce l’idea di viaggiare: in quel momento sei convinto, sei energico quando clicchi “acquista” il biglietto aereo, quando leggi la guida per pianificare le mete delle giornate, ma poi quando ti avvicini alla data della partenza incominci ad avere timore su quello che potrà capitarti.

Io sono partita nella maniera più frenetica possibile, con fretta e parecchio ritardo ma devo ammettere che se non fosse stato così avrei sicuramente avuto tempo per agitarmi e addirittura avere paura. Ho iniziato questo viaggio senza aspettative, senza troppi pensieri e, giunta alla fine posso dire di essere soddisfatta di quel che è accaduto.
Non sono riuscita a rispettare tutto quello che avevo pianificato e perdipiù penso di aver visitato 1/4 delle cose che avevo indicato perchè mi sono persa almeno mille volte; non è stato per niente facile farsi comprendere dagli altri e comprendere quel che dicevano, ho anche comprato un fantastico cupcakes da 3£ per poi aprirlo e vederlo rovesciato senza poter fare una delle foto più golose di sempre (devo ammettere che era davvero buono).
Nonostante ciò mi sono divertita, ho notato tanti particolari nelle strade meno conosciute e tante caratteristiche della città, sono anche riuscita a constatare la diversità della vita da nazione in nazione, le abitudini, la lingua, i modi di fare e molto altro…
Quindi grazie Londra per questa magnifica esperienza e non temere perchè ci rivedremo presto.

Per ultima cosa però vorrei donare a voi lettori dei consigli che sono stati a me molto utili:

  • La presa della corrente non è uguale quindi ricordatevi di comprare un adattatore oppure rischiate, come ho fatto io, e, con l’aiuto di una forcina per i capelli (dalla parte inferiore) posizionatela nel primo foro in alto spingendo sulla leva che troverete all’interno, per poi inserire contemporaneamente la vostra presa (tutte le spiegazioni dettagliate le troverete qui: https://trucchilondra.com/spine-prese-elettriche-inghilterra/
  • Le temperature sono altalenanti sia per quanto riguarda il tempo atmosferico, come ben saprete, sia tra i vari ambienti. Per esempio la metro è un luogo davvero caldo mentre, al di fuori di essa, salendo le scale mobili sarete avvolti da un vento freddo, quindi armatevi di una sciarpa, altrimenti i giorni seguenti sarà una vera e propria lotta contro il mal di gola.
  • I liquidi in aeroporto non sono valutati come in Italia: avrete a disposizione solamente una busta trasparente da loro fornita, quindi non abbondate altrimenti dovrete buttare l’eccesso.

Spero vi possano aiutare,

Un abbraccio
Blanche Tulipe

All images are under copyright © Blanche Tulipe

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...